Il tuo browser non supporta JavaScript!

Emi

Armi: un'occasione da perdere. Le armi leggere e il mercato italiano

editore: Emi

pagine: 148

In media, sul prelievo fiscale di una famiglia italiana di 4 persone, circa 1.300 euro l'anno sono destinati a spese militari e quindi ad alimentare il grande e complesso mercato delle armi nel quale il nostro Paese è tra i primi dieci al mondo. Nel 2007 ha esportato ufficialmente in 71 paesi, ma naturalmente questi dati non tengono conto di tutto il volume di merci e affari, spesso legati al contrabbando, che rende i numeri ancora più grandi ed espressivi. Quello che si sa è che le armi leggere sono diventate il grande combustibile che alimenta genocidi e crimini contro l'umanità e che ogni giorno fa più di mille morti nelle principali metropoli del pianeta. Questo annuario dell'OPAL, oltre a riportare dati aggiornati su tale mercato e a fissare le responsabilità italiane in questo settore specifico del commercio internazionale, apre un dibattito che sempre più deve uscire dalla clandestinità e diventare pubblico: non solo per il volume di affari che muove e per i rapporti che crea, ma anche e soprattutto perché si riferisce al tipo di società e di mondo che si vuole o si cerca di costruire. Molto più che in altri settori dell'economia, è importante che su questo argomento ognuno esprima il suo parere e, con conoscenza di causa, possa dire quanto e come le armi devono trovare spazio nel mondo di oggi.
12,00

Martire dell'Amazzonia. La vita di suor Dorothy Stang

di Roseanne Murphy

editore: Emi

pagine: 160

Alcuni anni fa l'omicidio in Brasile, in piena foresta amazzonica, di una suora americana settantatreenne, Dorothy Stang, della congregazione delle Suore di Notre Dame di Namur, ha attirato per qualche giorno l'attenzione del mondo. Non si è trattato di un altro esempio di intolleranza religiosa, così frequente nel mondo missionario, ma di qualcosa di ben più profondo che è venuto a scuotere la coscienza di tutti. Chi era suor Dorothy? In Brasile, soprattutto in quelle regioni remote e inaccessibili all'estremo nord del Paese, era una presenza umile e solidale a fianco di contadini in cerca di terra. Era, per loro, presenza di Chiesa, quando nessuno era ancora arrivato; e punto di riferimento per tante famiglie costantemente in balia dei grandi interessi economici che con arroganza si contendevano ogni metro di foresta. Era diventata una voce per richiamare che la persona va difesa sempre, e che la terra e la foresta non vanno aggredite e devastate, ma rispettate, protette e amate perché patrimonio di tutti. Contrastò interessi importanti; venne messa a tacere in una triste, piovigginosa mattina del febbraio 2005. Il libro raccoglie la sua testimonianza e cerca di mantenere viva la memoria, riproponendo temi, problemi e impegni che devono diventare di tutti.
13,00

Piccola guida alla Bibbia. Attraverso la storia del popolo d'Israele, del suo libro e della sua fede

di Sandro Gallazzi

editore: Emi

pagine: 216

Per interpretare correttamente la Bibbia è indispensabile conoscere le situazioni storione in cui i testi che la compongono sono nati. La conoscenza del Vicino Oriente antico è cresciuta enormemente nel secolo scorso, e facilita sia la comprensione di un "classico" d'inestimabile ricchezza per la cultura occidentale, sia una scelta di fede matura e impegnata. La Piccola guida alla Bibbia aiuta ad avvicinarsi il più possibile alle questioni concrete che diedero origine al testo biblico. È proprio la concretezza dei problemi affrontati a farci scoprire l'attualità dell'esperienza originaria del popolo di Dio; così la conoscenza del passato illumina il presente e aiuta a viverlo in pienezza. I nove capitoli del volume presentano le successive epoche dell'antica storia d'Israele, da quella dei patriarchi e delle matriarche all'età ellenistico-romana.Ogni capitolo esamina i libri biblici relativi al periodo considerato, evidenziandone i collegamenti con problemi economici, sociali e culturali del tempo. Questa ampia visione d'insieme mostra le grandi tensioni che attraversano la Bibbia e si manifestano ancora oggi nella storia, e aiuta a comprendere dove nasce la speranza che vince ogni morte.
13,00

Percorsi di riconciliazione. Spiritualità e strategie

di Robert J. Schreiter

editore: Emi

pagine: 144

In un mondo pieno di conflitti, saper fare la pace diventa sempre più importante. Fare pace dentro di sé, fare pace con gli altri. Famiglie, comunità, intere nazioni sentono la necessità di compiere processi di riconciliazione per ristabilire al loro interno rapporti più armoniosi. È una scelta coraggiosa, l'inizio di un percorso che richiede di coniugare spiritualità e strategie. La spiritualità è fonte della riconciliazione più autentica e profonda; ma servono anche strategie, in relazione alle situazioni concrete. L'autore fornisce indicazioni basate su percorsi realizzati in diversi paesi del mondo, con utili avvertimenti riguardo ai passaggi più delicati dei processi di riconciliazione. Per la dimensione spirituale sono proposte meditazioni sui racconti evangelici delle apparizioni del Cristo risorto. Gesù perdona Pietro che lo ha rinnegato, perdona gli altri discepoli che lo hanno abbandonato. Il perdono non si sostituisce alla verità e alla giustizia, ma è il segno della più grande vittoria sul male: libera le persone offese dalla convinzione di non poter essere felici, di non poter vivere e avere futuro.
11,00

Mosè

di Gianpaolo Anderlini

editore: Emi

pagine: 64

Un'interpretazione di Mosè che rende vivo e attuale il grande personaggio biblico. La prima parte, "I nomi di Mosè", descrive la complessa identità del profeta, attraverso le letture che ne hanno fatto gli egiziani, gli ebrei, i cristiani e i musulmani. La seconda parte, "I volti di Mosè", racconta le tappe della sua vita di fede, attraverso i doni che egli ha ricevuto per essere guida della liberazione del popolo di Dio, tracciando un cammino spirituale ricco di significato anche per gli uomini e le donne di oggi.
4,50

Gesù e l'impero. Il regno di Dio e il nuovo disordine mondiale

di Richard A. Horsley

editore: Emi

pagine: 224

L'autore studia la personalità e l'opera di Gesù nel loro contesto storico immediato, la Palestina del I secolo sotto il dominio romano. Viene delineata la figura di un leader secondo la tradizione israelita, come era interpretata dal popolo degli agricoltori e dei pescatori piuttosto che dai sacerdoti e dagli scribi di Gerusalemme. Emerge poi la figura di un maestro che incarna la libertà e la giustizia come le intende la parola del Dio della Bibbia, di un messia al di fuori di ogni schema moderno di separazione rigida tra religione, politica, economia, società e di un uomo che vive tra la sua gente e ne condivide la resistenza all'oppressione imperiale. Gesù manifesta una capacità eccezionale di "instillare speranza in situazioni disperate": sa restituire alle persone, alle famiglie, alle comunità il senso della loro dignità e la fiducia nel Dio dell'Alleanza. Senza una profonda spiritualità e senza una solida base biblica non è possibile vivere in questo mondo secondo i valori del Regno. Il vangelo, la buona notizia, è Gesù di Nazaret, è lo spirito che dà vita alla storia. Presentazione dell'edizione italiana di Elisa Dondi, storica, e Fabrizio Mandreoli, teologo.
13,00

Ebrei, cristiani, musulmani. La coesistenza possibile

editore: Emi

pagine: 192

Gli autori, testimoni privilegiati appartenenti al Giudaismo, al Cristianesimo e all'Islam, abituati al dialogo interreligioso, analizzano con lucidità la coesistenza tra queste grandi religioni e le possibili vie d'incontro. Ognuno fornisce la propria visione delle altre religioni, della loro storia, dell'attualità e dei problemi dovuti all'errata interpretazione. Nonostante la portata di tale sfida, i tre autori, con la collaborazione del curatore, dimostrano la possibilità del dialogo e l'esistenza di soluzioni basate prima di tutto sulla conoscenza e sul rispetto dell'altro.
10,00

Lavoro

di Angelo Reginato

editore: Emi

pagine: 64

La collana "Parole delle fedi" fornisce chiavi di lettura del mutamento religioso in atto, redigendo le voci di un sempre più necessario vocabolario interreligioso, scegliendo fra le parole-chiave dell'universo del sacro. La parola "lavoro" può essere intesa come voce religiosa? L'autore approfondisce l'uso di questo termine nelle diverse religioni del mondo, a partire dal "lavoro della creazione" scritto nella Genesi per approdare alle parole del profeta Muhammad: "Allah non concede grazie a chi, pur essendo capace e adatto, non fa nessun lavoro".
4,50

Cantieri di libertà. Dalla schiavitù del debito all'impegno per il futuro

di Anna M. Cazzato

editore: Emi

pagine: 128

Il libro propone un viaggio nella Guinea di oggi, un paese che le Nazioni Unite pongono al 160º posto nell'Indice di Sviluppo Umano e che i griot, i saggi popolari del posto, illustrano invece come un paese bello, ricco di storie e tradizioni, proteso verso il futuro. Per unire visioni apparentemente così lontane e contrastanti, l'autrice prima si fa condurre dai griot per cercare di entrare nella vita, nella storia e nel cuore della gente, poi presenta alcune iniziative di solidarietà promosse da un fondo di contropartita tra il governo italiano e guineano, il FoGuIReD (Fondo Guineo-Italiano di Riconversione del Debito). È come se fossimo portati a visitare e conoscere piccoli cantieri di libertà, dove gente comune offre, da protagonista, soluzioni ai bisogni del Paese e partecipa in modo effettivo alla costruzione di una nuova Guinea, finalmente libera da vecchie schiavitù.
9,00

Rappresentazioni sociali. Nuova via dell'intercultura. Percorsi didattici

editore: Emi

pagine: 272

La presenza di alunni stranieri è ormai un dato assodato del sistema scolastico italiano come è assodato l'imbarazzo che molti insegnanti ancora sentono nell'affrontare il tema dell'intercultura. Una scuola veramente aperta avrebbe forse bisogno di strumenti più adeguati per conoscere chi arriva e aiutare gli insegnanti ad accoglierlo e integrarlo in modo adeguato. Gli autori di questo saggio invitano a riprendere il tema delle rappresentazioni sociali. Sono le informazioni che la società elabora su una persona, un gruppo, un oggetto e gli atteggiamenti che la stessa società mette in atto per rapportarsi con essi. Le rappresentazioni sociali sono responsabili della cristallizzazione di certi ruoli o della creazione di stereotipi. Si sa quanto questi elementi siano importanti quando ci si riferisce al diverso o allo straniero. Familiarizzarsi con le rappresentazioni sociali, sostengono gli autori, può essere la chiave per portare l'insegnante a trasporre molte barriere culturali e, d'altra parte, per far emergere le contraddizioni o chiusure che è necessario rimuovere per accogliere il diverso. Il libro propone anche un'azione concreta: tecniche di lavoro con gli alunni, percorsi didattici che hanno il grande obiettivo di mostrare che è possibile star bene insieme senza dovere, per questo, eliminare le differenze o sanzionare necessariamente la superiorità di un gruppo sull'altro.
13,00

Spirito

di Giovanni Sarubbi

editore: Emi

pagine: 64

La collana "Parole delle fedi" fornisce chiavi di lettura del mutamento religioso in atto, redigendo le voci di un sempre più necessario vocabolario interreligioso, scegliendo fra le parole-chiave dell'universo del sacro. L'idea di spirito è presente in varie forme in tutte le culture e in tutte le filosofie e religioni. È ricca di significati, dai più banali e di uso comune a quelli che riguardano le parti più profonde del nostro essere o i destini dell'umanità. L'autore studia l'accezione di spirito nelle diverse tradizioni religiose: dal cristianesimo al pentecostalismo, dall'islam e dall'ebraismo alle religioni asiatiche e ani-miste, con l'obiettivo di ridare un senso a questa parola, per farla vivere nuovamente e darle un nuovo significato al pari con l'attuale livello di vita materiale dell'umanità.
4,50

Non è vero che tutto va peggio. L'impegno di tanti per un domani migliore sta già cambiando il mondo

editore: Emi

pagine: 224

Le risorse sono limitate e si è caduti nella tentazione di usarle solo per il bene di alcuni impedendone l'accesso a tutti. Ma non esiste potere di nessun tipo che possa fare paura se continuiamo a impegnarci in prima persona e insieme. Non si può fermare la vita quando a credere nella vita non sono persone isolate ma un popolo: il popolo dei nuovi stili di vita. Il libro, in cui trovano posto la documentazione scientifica e l'arte del comunicatore, vuole essere uno strumento per rilanciare l'impegno a proseguire il cammino in un momento favorevole, in cui tutto ha una risonanza planetaria, dalle culture ai beni della natura. Per condividere valori e obiettivi viene presentata una scheda finale di "Piste per l'impegno", semplici "sentieri" da imboccare per dare un giusto contributo al un mondo di fraternità e di pace. Un libro di divulgazione che fa cadere molti pregiudizi e coinvolge sul nuovo perché anche nei prossimi anni si possa dire: "Non è vero che tutto va peggio".
12,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.

Acconsento