Il tuo browser non supporta JavaScript!

Il mulino: Biblioteca

Modelli di democrazia

di David Held

editore: Il mulino

pagine: 533

L'affermazione della democrazia come forma diffusa di organizzazione della vita politica è un fenomeno recente, mentre la storia mostra tutta la fragilità e la vulnerabilità delle istituzioni democratiche. Held ripercorre questa vicenda esaminando i modelli di democrazia elaborati dal pensiero occidentale a partire dalla Grecia classica fino ai nostri giorni.
26,00

Grammatica del diritto penale

di George P. Fletcher

editore: Il mulino

pagine: 335

Il diritto penale è quasi ovunque un diritto codificato. Da circa due secoli in Europa continentale, ma da decenni anche nei paesi di common law, esiste un corpus sistematico di norme positive destinato a definire il catalogo e la fisionomia dei vari reati, nonché i principi che guidano l'attribuzione della responsabilità penale. In molti paesi si continua a codificare, con la conseguenza che ciascuno ha proprie definizioni dei reati e proprie regole. Tuttavia, tanto a livello internazionale che nella dimensione europea, cresce l'aspirazione a una unificazione del diritto. L'autore individua, tra le varie esperienze giuridiche del mondo occidentale, alcune affinità e tratti comuni per cogliere gli aspetti universalistici della materia.
18,00

Esplorare la città. Antropologia della vita urbana

di Ulf Hannerz

editore: Il mulino

pagine: 554

All'antropologia urbana non interessano tanto le categorie macroanalitiche con cui l'urbanesimo è stato in genere studiato da storici, demografi e sociologi, quanto piuttosto l'arcipleago di microfenomeni che anima il multiforme "teatro" urbano: problemi della vita quotidiana, vicinato, amicizia, rapporti professionali, piccola delinquenza, bande giovanili. Un complesso tessuto sociale che fa delle metropoli un oggetto magmatico e affascinante.
28,00

Dentro la scatola nera: tecnologia ed economia

di Nathan Rosenberg

editore: Il mulino

pagine: 446

L'autore, economista e docente di Storia della tecnologia, ha voluto gettare un ponte tra tecnologia e economia, due ambiti che viaggiano su binari paralleli a scapito di una comprensione profonda delle principali questioni economiche. Rosenberg ha mostrato come le società industriali si siano trovate ad affrontare problemi cruciali dipendenti da complesse mescolanze di componenti tecnologiche ed economiche e come siano specifici aspetti delle tecnologie a marcare alcune variabili economiche fondamentali quali il tasso di incremento della produttività, la velocità del trasferimento tecnologico e l'efficacia delle politiche governative.
16,53

La distinzione. Critica sociale del gusto

di Pierre Bourdieu

editore: Il mulino

pagine: 550

Alla sua pubblicazione questo lavoro di Bourdieu fu accolto con interesse, perché proponeva in modo radicalmente nuovo le eter
30,00
17,56

Teoria e struttura sociale

di Robert K. Merton

editore: Il mulino

pagine: 276

"Teoria e struttura sociale" è l'opera fondamentale di Merton e tra le maggiori della sociologia contemporanea. Essa testimonia pienamente della vastità, profondità e varietà di interessi del grande sociologo americano. Vi è racchiuso il nucleo di una prospettiva che, con le cosiddette "teorie di medio raggio", ha segnato l'abbandono dei sistemi concettuali onnicomprensivi in favore di una sociologia più critica e pluralista, maggiormente attenta alle contraddizioni e alle incongruenze della realtà empirica. Questo primo volume si struttura attorno a un problema sociologico cruciale: quello dell'integrazione fra teoria e ricerca.
14,46

Le origini etniche delle nazioni

di Anthony D. Smith

editore: Il mulino

pagine: 510

Prendendo le distanze sia dai "modernisti" che insistono sul carattere recente delle nazioni, sia dai "primordialisti" che fanno della nazione una costante di tutta la storia delle società umane, Smith propone un'interpretazione che ripercorrre la genealogia delle nazioni a partire dalla creazione di comunità etniche in età premoderna. Il volume offre un esame delle idee di nazione e nazionalismo nei loro rapporti con l'identità etnica, e un contributo alla comprensione dei fenomeni di risveglio nazionalistico e dei confini interetnici che agitano il mondo contemporaneo.
15,49

La realtà come costruzione sociale

editore: Il mulino

pagine: 272

Ciò che noi percepiamo come "reale" varia da società a società ed è prodotto, trasmesso e conservato tramite processi sociali che la sociologia della conoscenza si incarica di indagare. Questa problematica viene esaminata nei suoi due aspetti simmetrici e complementari: l'esteriorizzazione, ovvero la trasformazione dell'attività umana in una realtà sociale oggettiva attraverso l'istituzionalizzazione; l'interiorizzazione, ovvero la reintroduzione del mondo sociale oggettivo nella coscienza del soggetto attraverso la socializzazione.
19,00

Grammatica del vedere. Saggi su percezione e Gestalt

di Gaetano Kanizsa

editore: Il mulino

pagine: 356

Sono qui raccolti alcuni lavori fondamentali di uno dei padri della psicologia italiana contemporanea, alla quale ha offerto un contributo decisivo di svecchiamento e sprovincializzazione. Il mondo visivo che ci troviamo davanti agli occhi non è la semplice copia del mondo fisico che ci circonda, ma anche un "prodotto" del nostro sistema visivo che, attraverso una complessa serie di operazioni elabora i messaggi sensoriali.
26,00

La vita quotidiana come rappresentazione

di Erving Goffman

editore: Il mulino

pagine: 324

L'autore esamina minuziosamente la vita sociale come tessuto di relazioni elementari: "routines" quotidiane, incontri casuali,
22,00

L'uno e il molteplice. Introduzione alla letteratura comparata

di Claudio Guillén

editore: Il mulino

pagine: 586

"L'arte è irriducibile alla terra, al popolo e al momento che la producono: ciononostante è inseparabile da essi...". Le parole di Octavio Paz definiscono quella che, secondo Guillén, deve essere la disposizione d'animo del comparatista: la coscienza delle tensioni esistenti tra il locale e l'universale, tra "l'uno e il molteplice". La letteratura comparata non consiste dunque nel mettere a confronto le diverse letterature nazionali, ma nel riconoscere una nuova morfologia letteraria che le ricomprende e che da esse, al tempo stesso, trae origine. Muovendosi fra letterature europee, orientali e americane, e richiamandosi all'autorità delle figure maggiori del comparatismo, da Vossler a Curtius, a Wellek, a Edward Said, l'autore dipana i fili di quell'"arte irriducibile", identificando e analizzando grandi movimenti, generi, forme, percorsi letterari spazio-temporali.
34,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.