Il tuo browser non supporta JavaScript!

Il Nuovo Melangolo: Nugae

La vita sessuale di Kant

di Jean-Baptiste Botul

editore: Il Nuovo Melangolo

pagine: 92

"Spesso i moralisti predicano la castità ma praticano i piaceri della carne. Kant fa il contrario. Predica l'esercizio dei piaceri ma in pratica si astiene, si trattiene e si contiene. Che uomo straordinario! Il desiderio voyeurista del sapere perennemente insoddisfatto è ciò che stimolava i saggi del secolo scorso, i quali giocavano volentieri a fare gli asceti della loro vita professionale: nessuna donna nello studio o all'università, niente sesso, soltanto Verità! Conosciamo bene il rovescio di tale ascetismo: il bordello." (Jean-Baptiste Botul)
8,00

L'ospitalità è un mito? Un cammino tra i racconti del Mediterraneo e oltre

di Puliga Donatella

editore: Il Nuovo Melangolo

pagine: 160

Dai poemi omerici alle Metamorfosi di Ovidio, dalla Bibbia ai grandi poemi babilonesi, il racconto dell'ospitalità e delle sue
10,00

I piedi dei Soviet. Il futból dalla Rivoluzione d'Ottobre alla morte di Stalin

di M. Alessandro Curletto

editore: Il Nuovo Melangolo

pagine: 244

Il libro ripercorre la storia dei rapporti del potere sovietico con lo sport che fin dal suo apparire aveva acceso la passione dei russi. In una società totalmente ideologizzata come quella staliniana, era fatale che la figura del calciatore fosse utilizzata dall'apparato propagandistico di stato come strumento di "educazione" della coscienza collettiva. Durante gli anni della Seconda Guerra Mondiale, a esaltazione dell'eroismo profuso dai sovietici nella difesa della Patria, nacque il mito della cosiddetta "partita della morte" che, nella Kiev occupata dai nazisti, vide di fronte su un campo di calcio una selezione tedesca e gli indomiti giocatori della locale Dinamo. Altre volte i calciatori sovietici non riuscirono a mantenere alto di fronte al mondo l'onore dell'URSS e di Stalin: ciò accadde per esempio in occasione delle Olimpiadi di Helsinki 1952, quando si trovarono opposti alla fortissima nazionale della Jugoslavia di Tito. E al ritorno in Unione Sovietica pagarono il loro insuccesso...
11,00

virtù delle donne

di Plutarco

editore: Il Nuovo Melangolo

pagine: 87

Tra gli scritti morali di Plutarco, l'opuscolo "Virtù delle donne" merita un'attenzione particolare
9,00

Il racconto di Antigone e Elettra

di Simone Weil

editore: Il Nuovo Melangolo

pagine: 64

"Sono passati circa duemilacinquecento anni da quando in Grecia si scrivevano bellissimi poemi. Ormai a leggerli, sono quasi soltanto coloro che si specializzano in questo studio e è un peccato. Perché questi antichi poemi sono talmente umani da essere ancora molto vicini a noi e possono interessare tutti." Simone Weil
8,00

Novellette, aneddoti, discorsi volgari

di Bernardino da Siena (san)

editore: Il Nuovo Melangolo

pagine: 220

Le prediche in volgare di Bernardino da Siena, fondatore dell'Ordine francescano dei Frati minori, riflettono spesso satiricamente - per smantellarlo - il vasto corpo di assiomi, credenze e timori profondamente radicato nella società italiana quattrocentesca, colta in relazione all'irrequietezza di un'epoca di transizione. L'asciutto buon senso induce Bernardino ad entrare in contatto con il popolo per aiutarlo ad emanciparsi dalle superstizioni più grossolane, anche attraverso l'antica arte del racconto. Le novelle, gli aneddoti e i discorsi di questa edizione a cura di Giona Tuccini, pronunciati nelle maggiori piazze del Paese tra il 1424 e il 1427, costituiscono una preziosa testimonianza del linguaggio appassionato e della saggezza illuminata del più grande predicatore italiano del primo Rinascimento.
10,00

Dostoevskij legge Hegel in Siberia e scoppia a piangere

di László Földényi

editore: Il Nuovo Melangolo

pagine: 59

È possibile che Dostoevskij, durante gli anni di prigionia in Siberia, avesse letto le lezioni di filosofia della storia di Hegel? L'autore di questo breve saggio, propone questa suggestiva ipotesi, sostenendo che il grande romanziere russo, recluso in un villaggio siberiano circondato dalla desolazione, si ispirò proprio alla concezione storica di Hegel per creare il suo tragico mondo letterario dominato dall'incessante lotta tra bene e male, profetizzando le miserie dell'attuale società contemporanea.
8,00

Il cane Iodok

di Aleksej Meshkov

editore: Il Nuovo Melangolo

pagine: 184

Chi è il cane Iodok? Per quale ragione un uomo decide di indossare una pelliccia di cane e di gironzolare a quattro zampe per Mosca? Che traccia può aver fiutato e chi sono i suoi inseguitori? A chi appartiene l'ululato che sembra risuonare dappertutto? E le bave sul corpo del trafficante ritrovato morto su una panchina del Detskiy Park? Ma soprattutto: che cosa è lo Zoo e fin dove si estendono i suoi confini? Al termine di una inquietante vicenda, sarà l'incubo del neo-autoritarismo russo e la farsa della sua democrazia a manifestarsi agli occhi del lettore. Ma forse c'è molto di più nelle pagine di questo romanzo.
10,00

Largo all'eros alato!

di Aleksandra Kollontaj

editore: Il Nuovo Melangolo

pagine: 77

Diretto alla gioventù lavoratrice sovietica, "Largo all'eros alato!" irruppe nel 1923 con la forza travolgente propria di ogni concreta utopia. Ma non è da escludere che oggi possa risultare perfino più intrigante del Manifesto del partito comunista, l'amore e il rapporto tra i sessi essendo in cima agli interessi di donne e uomini assai più che la lotta di classe.
9,00

Come ridevano gli antichi (Philogelos)

 

editore: Il Nuovo Melangolo

pagine: 156

Come ridevano gli antichi? Sappiamo che nel mondo classico, soprattutto in Grecia, esisteva una grande tradizione comica, cost
10,00

Risveglio di primavera

di Wedekind Frank

editore: Il Nuovo Melangolo

pagine: 154

Risveglio di primavera, qui presentato in edizione integrale e in una nuova traduzione, è il capolavoro drammaturgico di Frank
9,00

La cometa

di Bernard Le Bovier de Fontenelle

editore: Il Nuovo Melangolo

pagine: 100

Bernard Le Bovier de Fontenelle (Rouen 1657-Parigi 1757) fu membro dell'Accademia di Francia, scrisse testi di divulgazione scientifica, di polemica letteraria e di filosofia. Per la sua fiducia nella scienza, il suo scetticismo e la sua ironia è considerato un anticipatore dell'illuminismo.
9,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.