Il tuo browser non supporta JavaScript!

Scienze Linguistiche e Letterature Straniere

Manuale del traduttore

di Osimo Bruno

editore: Hoepli

Il testo si basa sull'esperienza di traduzione dell'autore e dell'insegnamento della traduzione, intesa sia come pratica, sia
31,90

Prima lezione di retorica

di Bice Mortara Garavelli

editore: Laterza

pagine: 115

Alla domanda di base "che cosa intendiamo per retorica?" Bice Mortara Garavelli risponde distinguendo due aspetti fondamentali
12,00

Cinese & affari

Manuale pratico di cinese commerciale

di Leonesi Barbara

editore: Hoepli

27,90

Tempest

di Shakespeare

editore: Oxford

12,40

Von Lauten und Melodien

di Missaglia Federica

editore: EDUCatt Università Cattolica

pagine: 158

8,00

Storia linguistica dell'Italia unita

di Tullio De Mauro

editore: Laterza

pagine: 587

Pubblicata nel 1963, questa Storia presentava l'uso della lingua nella poesia e nella prosa letteraria e i singoli fenomeni li
26,00

History Of English

di Mcintyre d

editore: Routledge

28,63

La Cina nelle relazioni internazionali. Dalle guerre dell'oppio a oggi

di Barbara Onnis

editore: Carocci

pagine: 126

Il volume ripercorre le tappe del drammatico passaggio intervenuto tra il xix e il xx secolo nella storia e nella cultura di un paese che ha a lungo coltivato la certezza della sua superiorità culturale e morale rispetto al resto del mondo, da presunto Impero di mezzo (Zhongguo) a "semplice" Stato sovrano. Uno Stato che però non ha abbandonato l'ambizione di tornare ad essere il centro del mondo, come rivela la strategia usata dalla classe dirigente cinese negli ultimi decenni per tentare di recuperare il terreno perduto sulla scena internazionale durante il cosiddetto "secolo di vergogna e umiliazione". Ci si sofferma dunque sutl'utilizzo che il paese ha fatto degli strumenti di soft power con l'intento di potenziare la propria immagine e il proprio prestigio a livello mondiale, una politica che ha favorito l'emergere di un modello cinese - definito Beijing consensus - finalizzato a porsi in alternativa al Washington consensus.
12,50

La scimmia che vinse il Pulitzer. Personaggi, avventure e (buone) notizie sul futuro dell'informazione

editore: Mondadori bruno

pagine: 192

Un adolescente olandese vagamente sociopatico lancia notizie via Twitter battendo sul tempo la CNN; un australiano con l'hobby dell'hacking svela dal suo sito gli scheletri nell'armadio dei potenti, e diventa l'uomo di cui tutto il mondo parla; un software scrive alla velocità della luce articoli di baseball in un inglese impeccabile... Mentre molti pronosticano la morte della carta stampata, questo libro ci propone un sorprendente viaggio nel giornalismo di domani attraverso le storie dei suoi nuovi paladini, eroi di tutti i giorni che stanno modificando il nostro modo di vedere il mondo. Le loro parole d'ordine sono: precisione, velocità, partecipazione, trasparenza, libertà, bellezza.
16,00
26,90

Tecnologia militare e guerra

Gli Stati Uniti dopo la rivoluzione negli affari militari

di Andrea Locatelli

editore: Vita e pensiero

pagine: 264

Nel corso della storia, la tecnologia applicata a fini bellici ha rivestito un ruolo fondamentale nell’esercizio della guerra. Dalla scoperta della polvere da sparo all’impiego delle armi nucleari, le innovazioni militari hanno progressivamente alterato le modalità del warfare, spesso garantendo la vittoria a chi per primo riuscisse a padroneggiarle. Questa regolarità è oggi evidente nell’applicazione della tecnologia informatica sui sistemi d’arma più avanzati. Tali strumenti, secondo alcuni analisti, avrebbero portato a una vera e propria Rivoluzione negli Affari Militari (RMA), modificando profondamente le caratteristiche della guerra. Gli Stati Uniti, in particolare, sarebbero riusciti a sfruttare tali progressi per consolidare il proprio primato mondiale e rimodellare il warfare a proprio piacimento. Come testimoniato dai conflitti in Iraq, Afghanistan e Kosovo, infatti, l’esercito americano è riuscito a conseguire una rapida vittoria con perdite estremamente ridotte. Tuttavia, la superiorità dell’America nei confronti dei propri avversari non è sufficiente a suffragare l’ipotesi della RMA. Rimane quindi aperto il quesito: quale impatto hanno le innovazioni militari sulle modalità di esercizio della violenza? Per rispondere a tale interrogativo, il volume di Andrea Locatelli indaga le modalità in cui le innovazioni vengono recepite dalle Forze Armate concentrandosi sull’esperienza americana degli ultimi venti anni. Ne emerge un quadro complesso e articolato, che sancisce il fallimento della Rivoluzione negli Affari Militari e aiuta a comprendere gli effetti – spesso imprevedibili – delle innovazioni militari
22,00

Insights into english discourse

editore: EDUCatt Università Cattolica

pagine: 108

5,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.