Il tuo browser non supporta JavaScript!

Bollati Boringhieri: Temi

Signatura rerum

Sul metodo

di Agamben Giorgio

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 120

Questo libro di Agamben è dedicato ai problemi del metodo e diviso in tre parti, corrispondenti ad altrettante riflessioni su
14,00

Breve trattato sulla decrescita serena

di Serge Latouche

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 135

La decrescita - sostiene l'autore - non è la crescita negativa. Sarebbe meglio parlare di "acrescita", così come si parla di ateismo. D'altra parte, si tratta proprio dell'abbandono di una fede o di una religione (quella dell'economia, del progresso e dello sviluppo). Se è ormai riconosciuto che il perseguimento indefinito della crescita è incompatibile con un pianeta finito, le conseguenze (produrre meno e consumare meno) sono invece ben lungi dall'essere accettate. Ma se non vi sarà un'inversione di rotta, ci attende una catastrofe ecologica e umana. Siamo ancora in tempo per immaginare, serenamente, un sistema basato su un'altra logica: quella di una "società di decrescita".
12,00

La via dell'amore

di Luce Irigaray

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 117

A ispirare l'opera di Luce Irigaray è la ricerca di un futuro più giusto e felice per l'umanità
15,00

Discesa all'Ade

Auschwitz e Breslavia, 1966

di Anders Günther

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 175

Nel luglio 1966 Gunther Anders, in compagnia della terza moglie Charlotte Zelka, raggiunge la Polonia
16,00

Cento watt per il prossimo miliardo di anni

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 144

Non c'e solo l'assalto per il controllo del petrolio da parte di chi e più forte, la ricerca di succedanei energetici a sosteg
16,00

Un cerino nel buio

Come la cultura sopravvive a barbari e antibarbari

di Brevini Franco

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 194

L'istruzione superiore allo sbando, i quotidiani inzeppati di gossip e celebrities, la narrativa arrancante dietro ai fumetti
13,00

Intervista sul capitalismo italiano

di Carli Guido

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 121

Nel 1976 Guido Carli rilasciò a Eugenio Scalfari questa intervista, un anno dopo pubblicata da Laterza
12,00

Sulla democrazia

di Salvemini Gaetano

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 135

Sono testi di lezioni, conferenze, contributi a opere collettanee, tutti circoscritti in un breve periodo, dal 1934 al 1940, d
12,00

L'accusa del sangue

La macchina mitologica antisemita

di Jesi Furio

editore: Bollati Boringhieri

Accusa del sangue è l'espressione ebraica che da quasi mille anni a questa parte gli ebrei sono stati costretti a imparare
10,00

Vita e morte dell'automobile

La mobilità che viene

di Viale Guido

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 176

L'automobile è da tempo la principale fonte del malessere urbano
12,00

La vetrinizzazione sociale. Il processo di spettacolarizzazione degli individui e della società

di Vanni Codeluppi

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 109

Il concetto di "vetrinizzazione" consente di interpretare in modo unitario numerosi fenomeni sociali. Chiarisce infatti il processo di progressiva spettacolarizzazione e valorizzazione che negli ultimi due secoli ha investito i principali ambiti delle società occidentali: gli affetti, la sessualità, il corpo, l'attività sportiva, i media, il tempo libero, i luoghi del consumo, gli spazi urbani e persino le pratiche relative alla morte. La vetrinizzazione sociale ha avuto inizio con la comparsa nel Settecento della vetrina, che metteva in scena e valorizzava oggetti in precedenza inerti e passivi. L'individuo si è trovato così, per la prima volta, da solo di fronte alle merci e ha dovuto imparare a interpretare il loro linguaggio senza l'aiuto del venditore. Ha dovuto, cioè, abituarsi a leggere la comunicazione visiva, ma anche ad affrontare la vita in solitudine, nella nuova condizione sociale imposta dall'urbanizzazione e dalla modernità. Nel corso del Novecento, i media hanno progressivamente rafforzato il modello di comunicazione della vetrina, passando da un modello di fruizione collettiva (manifesti, cinema, televisione) a uno fondato sul consumo solitario (pay tv, Internet). Con il risultato che tutto oggi viene trasformato in fenomeno da "esporre in vetrina", e per gli individui la vetrinizzazione è diventata difficile da evitare.
13,00

Le imprese rete

di Dioguardi Gianfranco

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 153

Gianfranco Dioguardi offre un'analisi del mondo delle organizzazioni imprenditoriali e delle teorie che ne hanno condizionato
11,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.