Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Vita e pensiero: Università/Pedagogia e scienze dell'educazione/Ricerche

Scuola e disagio: oltre l'emergenza

Indagine nella scuola lombarda

di Renata Viganò

editore: Vita e pensiero

pagine: 236

L'indagine dell'autrice affronta il tema del disagio a scuola, ma anche la rilevante questione della formazione atta a svilupp
20,00

Cinema, pratiche formative, educazione

di Pier Cesare Rivoltella

editore: Vita e pensiero

pagine: 192

Il fascino del cinema per imparare a vivere: tra realtà e finzione, l'avventura di educare esige la formazione dello sguardo
16,50

Pedagogisti per la giustizia

editore: Vita e pensiero

pagine: 916

Questo volume, composto da una ricca serie di contributi interdisciplinari, muove dalla consapevolezza che la progettazione pe
50,00

Libri, bambini, ragazzi

Incontri tra educazione e letteratura

di Silvia Blezza Picherle

editore: Vita e pensiero

pagine: 368

In passato la narrativa rivolta ai bambini e ai ragazzi era pensata in funzione istruttivo-educativa, piuttosto che per la sua
25,00

La pedagogia sperimentale di Raymond Buyse

Ricerca educativa tra orientamenti culturali e attese sociali

di Katia Montalbetti

editore: Vita e pensiero

pagine: 348

Il rapporto complesso ma essenziale tra scienza e valori costituisce l’orizzonte problematico nel quale cogliere il contributo di Raymond Buyse. L’apertura alla dimensione scientifica del discorso pedagogico, unita all’attenta considerazione di quella axiologica, qualificano il pensiero e l’opera dello studioso belga. Consapevole dell’inadeguatezza della mera speculazione teorica di fronte alla complessità dell’educazione, egli indica l’osservazione della pratica educativa come condizione essenziale, complementare alla prima, per elaborare modelli interpretativi pertinenti e validi. Tale esigenza motiva l’interesse per l’impiego del metodo sperimentale, il quale va però modulato in relazione alla specificità del discorso educativo, attinente per sua natura alla sfera non solo dell’essere ma anche del dover essere. Nell’espressione «Tayloriser l’instruction pour valoriser l’éducation» Buyse sintetizza l’ideale che l’applicazione di metodologie empirico-sperimentali sia funzionale al conseguimento dell’umanizzazione del soggetto, meta finale del processo educativo, indicando così una possibile ricomposizione dell’erronea antitesi tra discorso pedagogico e sperimentale. La ricerca condotta da Katia Montalbetti in questo volume delinea le principali coordinate del contesto storico, sociale, culturale e scientifico nel quale ha origine e si sviluppa l’opera di Buyse e ne propone un’analisi articolata e organica. Risaltano da ciò contributi diretti e indiretti alla comprensione e maturazione di alcune questioni nodali per la riflessione pedagogica ed educativa attuale: il rapporto fra dimensione scientifica e axiologica nella costruzione del discorso sull’educazione e nella ricerca in campo educativo; la relazione fra teoria e prassi; il binomio formazione-ricerca, con particolare riguardo al profilo professionale di quanti operano nell’ambito educativo e pedagogico.
26,00

Pienezza e compimento

Alle radici della riflessione pedagogica di Romano GuardiniPrefazione di Hanna-Barbara Gerl-Falkovitz

di Carlo Fedeli

editore: Vita e pensiero

pagine: 392

Il risveglio d'interesse da parte della pedagogia e delle scienze dell'educazione per la figura e per l'opera di Romano Guardi
29,50

Pedagogia interculturale in Italia e in Europa

Aspetti epistemologici e didattici

editore: Vita e pensiero

pagine: 372

Intento di questo volume è riflettere sul ruolo che la pedagogia è chiamata a svolgere a fronte degli elementi di crisi, ma an
30,00

La letteratura per l'infanzia oggi

editore: Vita e pensiero

pagine: 164

Il presente volume, che raccoglie i contributi di noti specialisti nel campo della letteratura per l'infanzia, intende affront
12,50

L' università per un sistema formativo integrato

Fondamenti, connessioni, esperienze, prospettive

editore: Vita e pensiero

pagine: 296

Il sistema formativo del nostro Paese sta attraversando una fase di importanti cambiamenti e trasformazioni: si è introdotto l’obbligo formativo a diciotto anni, anche mediante l’utilizzo della formazione professionale regionale e dell’apprendistato; la riforma dei cicli scolastici modificherà l’assetto della scuola primaria, di quella dell’obbligo e della secondaria superiore; si va sempre più consolidando il ruolo della formazione continua come occasione di apprendimento lungo tutto l’arco della vita. In tale prospettiva appare particolarmente importante cogliere il senso dei mutamenti in atto da un punto di vista complessivo, in grado di individuare i rapporti e le interdipendenze che si determineranno tra i diversi canali formativi e le novità che ne potranno scaturire. A partire da questi presupposti, l’Università Cattolica, attenta per tradizione e vocazione ai mondi e ai modi dell’educare, propone una riflessione sulle responsabilità e sul ruolo propri di un’istituzione di istruzione superiore in uno scenario che presuppone un crescente grado di integrazione tra le diverse componenti del sistema formativo, dalla scuola alle imprese, e richiede un’elevata capacità di orientamento e una più chiara definizione delle competenze nei processi di formazione continua.
20,00

Adulti in cerca di educazione

Proposte di pedagogia familiare

editore: Vita e pensiero

pagine: 212

L'educazione degli adulti costituisce un settore delle scienze pedagogiche che si apre, in questo nuovo millennio, all'attenzione più diffusa degli studiosi di tali discipline per l'attualità dei suoi campi di indagine, che esprimono nuovi bisogni educativi emergenti nel sociale. In questa prospettiva educativa, il volume esamina alcuni aspetti della vita familiare. I comportamenti dell'adulto si focalizzano, infatti, sul progetto di vita familiare, nella scelta dei legami coniugali e genitoriali che denunciano oggi una sempre maggiore inconsistenza e fragilità alla luce dei cambiamenti strutturali che hanno investito la realtà della famiglia. Nel clima di generale disorientamento e di diffuso malessere che la ricca produzione di studi sociopsicologici documenta, si avverte l'urgenza di una riflessione pedagogica più condivisa in riferimento alla quale delineare strategie d'intervento educativo rivolte ai genitori. Questi ultimi, infatti, sono da responsabilizzare sia in quanto coppia coniugale, cui compete il dovere di alimentare il senso delle originarie scelte nel fluire delle personali storie di vita, sia in quanto coppia genitoriale, cui attiene l'educazione dei giovani, protagonisti delle future famiglie, in un ininterrotto dialogo generazionale. Da qui la necessità di riconsiderare con attenzione la prospettiva della longlife education, per liberare la persona, soprattutto il genitore padre, dall'illusione della propria compiutezza, sollecitandolo ad accettare il cambiamento, a capitalizzare il passato e a muoversi con libertà e responsabilità verso un futuro inedito, e la validità di esaminare criticamente le esperienze delle scuole per genitori che si sono affermate in ambito internazionale. I tre saggi che strutturano il presente volume si orientano in questa direzione, in un itinerario, quello dell'educazione dei genitori, che è ancora tutto da percorrere, soprattutto per quanto riguarda la realtà italiana.
16,00

Ontologia della reciprocità e riflessione pedagogica

Saggio sulla filosofia dell'amore di Maurice Nédoncelle

di Monica Amadini

editore: Vita e pensiero

pagine: 340

La crisi di senso che contraddistingue l’epoca contemporanea rende problematico il divenire umano, ne mortifica la ricchezza, ne compromette l’apertura metafisica. La riflessione pedagogica è chiamata a compiere un rinnovato sforzo teoretico, al fine di interpretare la complessità dell’esistenza personale e il suo anelito alla trascendenza. In questa prospettiva, il presente volume offre una peculiare lettura pedagogica del pensiero di Maurice Nédoncelle, filosofo francese che ha accostato il discorso ontologico, combinando, in un’osmosi feconda, l’istanza fenomenologica con quella metafisica. Nédoncelle esamina la densità dell’esistere, individuandone il nucleo costitutivo nella dimensione relazionale intrinsecamente amante. La nozione di reciprocità qualifica l’impegno speculativo nédoncelliano e fornisce significative suggestioni di natura pedagogica: l’essere si avvera nella mutua relazione tra le coscienze e in virtù del dialogo intessuto con il Tu divino.
25,00

Autotrascendenza e formazione

Esperienza esistenziale, prospettive pedagogiche e sollecitazioni educative nel pensiero di Viktor Frankl

di Daniele Bruzzone

editore: Vita e pensiero

pagine: 476

La ricerca di senso appare sempre più come l’anelito insopprimibile dell’umanità a fronte delle dinamiche spersonalizzanti della civiltà contemporanea e come l’autentica esigenza – e l’estrema risorsa – di una febbrile temperie di rinnovamento educativo. Grazie al contributo di Viktor Emil Frankl (1905-1997), psichiatra e filosofo viennese fondatore dell’Analisi Esistenziale e della Logoterapia, l’intenzione di una compiuta ‘riumanizzazione’ della psicoterapia si mostra finalmente percorribile e feconda di implicazioni pedagogiche. Lo stesso dibattito sul concetto di formazione trova nell’opera di Frankl un coerente fondamento antropologico, incentrato sul principio dell’«autotrascendenza» e sul presupposto motivazionale della «volontà di significato». In un’epoca di crisi esistenziale e di evanescenza delle tradizioni, la teoria frankliana della personalità consente di riconoscere i dinamismi coscienziali responsabili della formazione – intesa come «autoconfigurazione» – e di individuare percorsi inediti e urgenti per la ricostruzione di orizzonti di senso e di valore. Questo volume viene a colmare un vuoto da tempo esistente nella letteratura internazionale sulla logoterapia, indicandone le molteplici matrici culturali e sviluppandone le implicazioni di tipo metodologico. La frankliana «psicologia dell’altezza», forte non solo di un impianto antropologico di indubbio valore scientifico, ma altresì dell’autorevole testimonianza di una profondissima esperienza umana (Frankl sopravvisse a quattro campi di concentramento), consegna così alla riflessione pedagogica un documento significativo di quella «forza di resistenza dello spirito» che costituisce non solo il presidio difensivo dell’integrità della persona, ma anche il fulcro di ogni educabilità.
34,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.